Potere Legislativo,Esecutivo,Giudiziario

I poteri dello Stato: la Funzione legislativa, la Funzione esecutiva, la Funzione giudiziaria

Funzione Legislativa.

Un Progetto di Legge  può essere proposto o dal Governo, o dal Parlamento , o dal CNEL (Consigli Nazionale dell' Economia e del Lavoro) o da 50.000 cittadini. Questo progetto di Legge viene successivamente sottoposto all' approvazione della Camera dei Deputati prima e del Camera dei Senatori (Senato) poi per l'approvazione definitiva.
Una volta fatto questo passaggio una Legge deve essere fatta firmare al Presidente della Repubblica e successivamente deve essere pubblicata sulla "Gazzetta Ufficiale".

Stesso valore delle Leggi hanno il Decreto Legge e i Decreti Legislativi. I Decreti Legislativi vengono emanati dal Governo dietro incarico del Parlamento mentre il Decreto Legge vengono emanati direttamente dal Governo in casi particolarmente urgenti (es. sicurezza nazionale) contenenti misure di immediata applicazione e possono essere successivamente convertiti in Legge. La durata di un D.L. e di 60 gg.

 La Corte Costituzionale ha il compito di controllare che le leggi emanate non vadano in contrasto con la Costituzione

Funzione esecutiva.

Questa funzione viene esercitata dal Governo che ha il compito di eseguire la Politica della Nazione. Inoltre esegue tutte le attività di Politica Estera. Tutte queste attività devono essere svolte secondo la normativa vigente.

La funzione di controllo del Governo viene svolta da organi appositi come ad esempio "Il Consiglio di Stato", "La Corte dei Conti", etc..

Funzioni giudiziaria.

E compito della Magistratura esplicare questa funzione. Sono i Giudici che decidono se un cittadino ha violato o meno la Legge.

L'attività giudiziaria è divisa in due rami:

  1. Giustizia Penale : il giudice ha il compito di derimere litigi tra cittadini in ambito economico;

  2. Giustizia civile : il giudice ha il compito di accertare e punire i cittadini che commettono reati sulla persona e contro l'interesse pubblico.

Esistono diversi gradi di giudizio, ed un cittadino se condannato può rivolgersi in Appello per dimostrare la sua innocenza.

 

 

[Contatti con i gestori di www.elettorale.com .] - [Link Politica] - [Bibliografia Politica] - [Pubblicità elettorale]
 
Politica. Derivato dall’aggettivo di pòlis ( politikòs), significante tutto ciò che si riferisce alla città, e quindi cittadino, civile, pubblico, e anche socievole e sociale, il termine «Politica» è stato tramandato per influsso della grande opera di Aristotele, intitolata Politica , che è da considerare il primo trattato sulla natura, le funzioni, le partizioni dello stato, e sulle varie forme di governo, prevalentemente nel significato di arte o scienza del governo...... (Norberto Bobbio)